Esperimento eliofisico della NASA per studiare il sole nella missione europea

  The Joint EUV coronal Diagnostic Investigation (JEDI) will fly aboard the European Space Agency’s Vigil space weather mission and capture new views that will help researchers connect features on the Sun’s surface to those in the Sun’s outer atmosphere, the corona. Credits:  NASA La NASA ha annunciato martedì di aver selezionato un nuovo strumento per studiare il Sole e il modo in cui crea massicce eruzioni solari. La Joint EUV Coronal Diagnostic Investigation, o JEDI, dell'agenzia catturerà immagini del Sole alla luce ultravioletta estrema, un tipo di luce invisibile ai nostri occhi ma che rivela molti dei meccanismi alla base dell'attività solare. Una volta integrati a bordo della missione meteorologica spaziale Vigil dell'ESA (Agenzia spaziale europea), i due telescopi JEDI si concentreranno sullo strato intermedio della corona solare, una regione dell'atmosfera solare che svolge un ruolo chiave nella creazione del vento solare e delle eruzioni solari che causare

“Peter Kolosimo: a 100 anni dalla nascita”, l'evento per celebrare il noto giornalista all’Eurac di Bolzano

 


Il 15 dicembre si celebreranno i 100 anni dalla nascita di Peter Kolosimo (Modena, 1922 – Milano, 1984), scrittore, saggista e giornalista di respiro internazionale dalla seconda metà degli anni Sessanta fino ai primi anni Ottanta, inventore del genere editoriale dell’archeologia misteriosa o della fantarcheologia, ripreso poi nel corso degli anni da numerosi altri autori, anche all’estero. Scrittore prolifico su molti fronti, il suo best seller “Non è terrestre” vinse nel 1969 il prestigioso Premio Bancarella quale libro più venduto dell’anno in Italia. L'evento si terrà a Bolzano nell’Aula Seminar dell’Eurac Convention Center e sarà l’occasione per riscoprire, assieme alla moglie Caterina Kolosimo, scrittrice bolzanina, il passato e l’opera di questo straordinario personaggio, dalla vita avventurosa e sotto molti aspetti ancora da indagare e scoprire: trasferitosi a Bolzano in giovane età, durante la Seconda guerra mondiale si arruolò nella Wehrmacht, dalla quale però disertò divenendo partigiano in Boemia. Dopo la guerra iniziò a lavorare come giornalista e come corrispondente estero di alcuni quotidiani socialisti e comunisti, diventò per un breve periodo redattore capo dei programmi in lingua italiana di quella che sarebbe divenuta di lì a poco Radio Capodistria, iniziò a pubblicare racconti di fantascienza.


Nel 1961 conobbe a Bolzano la futura moglie Caterina, assieme alla quale pubblicò dei libri, ed ebbe in seguito una figlia, Alessandra Kolosimo, anch’essa studiosa e ricercatrice e presente in qualità di relatrice durante il convegno. Numerose altre sono le collaborazioni e le attività di scrittore che ebbe Kolosimo negli anni successivi tanto da portarlo ad essere all’epoca uno degli scrittori italiani più conosciuti al mondo, al punto che le sue opere sono state diffuse e tradotte in 60 Paesi, tra i quali Russia, Giappone e Cina. Dopo un soggiorno a Torino, si trasferì a Milano, dove morì nel 1984.


Il Convegno è realizzato da MUA in collaborazione con numerosi partner, tra i quali Fondazione UPAD, Biblioteca provinciale Claudia Augusta, Società Dante Alighieri di Merano, Museo del Fantastico di Torino e Libreria Esoterica di Milano, e gode del sostegno economico dell’Ufficio Cultura del Comune di Bolzano e della Provincia Autonoma di Bolzano; verrà moderato e introdotto da Caterina Kolosimo, scrittrice e moglie di Peter, e da Edoardo Russo, curatore di un’antologia su Peter Kolosimo e coordinatore di un’ampissima rete di raccolta documentaria e contatti con accademici di alto livello che stanno riscoprendo nei loro vari ambiti la figura dello scrittore Kolosimo, che terrà anche un breve intervento dal titolo “Uno, nessuno e centomila Kolosimo”.


L’evento si aprirà con una prima parte esclusivamente online, con i seguenti relatori: Piero Bianucci, Scrittore e giornalista scientifico, già caporedattore de “La Stampa” e fondatore di “Tuttoscienze” che farà un intervento dal titolo “Il mio Peter Kolosimo”, Stefano Bigliardi, Professore associato di Filosofia e Storia delle Idee presso l’Al Akhawayn University, Marocco, con un intervento dal titolo “Scienza e religione nei libri di Kolosimo”, e da Marco Ciardi, Professore ordinario di Storia della Scienza e delle tecniche presso l’Università di Firenze, con un intervento dal titolo “Kolosimo tra scienza, fantascienza e fumetti”.


La diretta sarà disponibile a partire dalle 16.30 di giovedì 15 dicembre 2022 in streaming sul canale YouTube di UPAD e, per chi volesse seguirla in sala, sarà comunque possibile essere presenti presso l’Eurac Convention Center di Bolzano (link della diretta streaming: https://www.youtube.com/watch?v=oI2S20qcSng).


L'appuntamento proseguirà poi con gli interventi in presenza, a partire dalle ore 18.00, di Fabio Camilletti, Professore associato alla School of Modern Languages and Cultures dell’Università di Warwick, Inghilterra, con un intervento dal titolo “Il fantasma semiotico della fantarcheologia”, Giulia Iannuzzi del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Trieste, con un intervento su “Kolosimo e SugarCo: editoria, archeologie fantastiche, futuri passati”, Mirko Molteni, giornalista e scrittore, autore di una Storia dei Servizi segreti, e da Alessandra Kolosimo, bioarcheologa presso la Stockholm University, con un intervento dal titolo “L'archeologia misteriosa di Peter Kolosimo”.


È previsto inoltre l’intervento in collegamento remoto, durante la serata, di un ospite d’eccezione: il conduttore televisivo, giornalista e scrittore Roberto Giacobbo, che terrà un intervento sull’influenza di Peter Kolosimo sia come giornalista e scrittore sia nella televisione moderna.



Di seguito il link per prenotare i posti all’evento in presenza all’Eurac: https://www.eventbrite.it/.../biglietti-peter-kolosimo-a....



Commenti