Esperimento eliofisico della NASA per studiare il sole nella missione europea

  The Joint EUV coronal Diagnostic Investigation (JEDI) will fly aboard the European Space Agency’s Vigil space weather mission and capture new views that will help researchers connect features on the Sun’s surface to those in the Sun’s outer atmosphere, the corona. Credits:  NASA La NASA ha annunciato martedì di aver selezionato un nuovo strumento per studiare il Sole e il modo in cui crea massicce eruzioni solari. La Joint EUV Coronal Diagnostic Investigation, o JEDI, dell'agenzia catturerà immagini del Sole alla luce ultravioletta estrema, un tipo di luce invisibile ai nostri occhi ma che rivela molti dei meccanismi alla base dell'attività solare. Una volta integrati a bordo della missione meteorologica spaziale Vigil dell'ESA (Agenzia spaziale europea), i due telescopi JEDI si concentreranno sullo strato intermedio della corona solare, una regione dell'atmosfera solare che svolge un ruolo chiave nella creazione del vento solare e delle eruzioni solari che causare

Assemblea Europa Verde a Catania. Nominati i portavoce


 









Si è svolta ieri nella sala conferenze dell’Hotel Baia Verde di Aci Castello, l’assemblea provinciale di Europa Verde, che ha visto la partecipazione di iscritti provenienti da tutta la provincia di Catania, e la presenza dei rappresentanti di Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle e Articolo Uno. L'assemblea riveste un grande rilievo perché segna l'avvio dell'organizzazione di “Europa Verde” sul territorio provinciale, in un momento delicatissimo della storia siciliana e catanese, a ridosso di alcuni appuntamenti elettorali che riteniamo “crocevia fondamentale” per la nostra terra.


Molti interventi hanno messo l'accento proprio sull'esigenza di una svolta nelle politiche locali, a partire da Catania, segnata dalla sostanziale assenza di un'amministrazione e dalla totale mancanza di programmazione sia nella gestione dei servizi che negli investimenti infrastrutturali. La politica energetica, il piano dei rifiuti, la gestione delle aree protette, la valorizzazione dell'agricoltura e del turismo, sono stati alcuni dei temi sollevati su cui Europa Verde evidenzia il fallimento della giunta Musumeci e la necessità di un cambiamento radicale di rotta.


Sono intervenuti anche, in collegamento, la co-portavoce nazionale Eleonora Evi, la co-portavoce regionale Antonella Ingianni e la co-portavoce nazionale di Giovani Europeisti Verdi, Francesca Cucchiara. Uno spazio rilevante è stato occupato dalla testimonianza di Toti Grasso e Francesca Nicolosi, rappresentati dei giovani europeisti in Sicilia. Durante i lavori, l’assemblea ha nominato portavoce provinciali Maria Palazzolo e Alessandro Cento, mentre nell’esecutivo provinciale sono stati nominati: Piero Calderaro, Antonino Ciuro, Calogero Giancona, Franco Nicolosi e Francesca Russo.


“Europa Verde si sta strutturando rapidamente in tutto il territorio regionale - afferma il co-portavoce regionale Mauro Mangano - sulla scia dell'entusiasmo di tanti attivisti, soprattutto giovani. Portiamo la consapevolezza che i temi della salvaguardia dell'ambiente, della giustizia sociale, dei diritti civili, devono essere affrontati insieme e con urgenza, diventare i cardini di ogni proposta di governo, e perciò siamo già al lavoro per essere presenti con le donne e gli uomini che condividono questi principi alle prossime tornate elettorali, a partire dalle Regionali e dalle elezioni comunali di Catania.”


Commenti