Esperimento eliofisico della NASA per studiare il sole nella missione europea

  The Joint EUV coronal Diagnostic Investigation (JEDI) will fly aboard the European Space Agency’s Vigil space weather mission and capture new views that will help researchers connect features on the Sun’s surface to those in the Sun’s outer atmosphere, the corona. Credits:  NASA La NASA ha annunciato martedì di aver selezionato un nuovo strumento per studiare il Sole e il modo in cui crea massicce eruzioni solari. La Joint EUV Coronal Diagnostic Investigation, o JEDI, dell'agenzia catturerà immagini del Sole alla luce ultravioletta estrema, un tipo di luce invisibile ai nostri occhi ma che rivela molti dei meccanismi alla base dell'attività solare. Una volta integrati a bordo della missione meteorologica spaziale Vigil dell'ESA (Agenzia spaziale europea), i due telescopi JEDI si concentreranno sullo strato intermedio della corona solare, una regione dell'atmosfera solare che svolge un ruolo chiave nella creazione del vento solare e delle eruzioni solari che causare

Giovani eccellenti italiani anticipano il futuro all'ESA 2022 di Dubai

 




ESA 2022 – MILSET Expo Sciences Asia quest’anno è ospitato a Dubai, con la partecipazione di 41 associazioni da 29 paesi, 450 tra ragazze e ragazzi, più di 250 progetti. La FAST (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche) porta dall’Italia la delegazione più numerosa: 5 scuole di tre regioni (Piemonte, Lombardia e Marche); 18 studenti con 9 progetti accompagnati da 6 docenti. “Finalmente si torna alla normalità dopo due anni di pandemia, consentendo ai meritevoli dei migliori istituti superiori di condividere le proprie esperienze nelle più prestigiose competizioni internazionali. Ecco il risultato tangibile” commenta Alberto Pieri, segretario generale della FAST e capo delegazione “per quanti intendono condividere l’esperienza de I giovani e le scienze, la selezione annuale per EUCYS (European Union Contest for Young Scientists) e per i più importanti concorsi internazionali”.


Infatti, negli anni della pandemia i vincitori del concorso europeo “I giovani e la Scienze”, organizzato dalla FAST e inseriti nell’album delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione, hanno dovuto interrompere la frequenza alle gare nazionali e internazionali e pertanto ESA 2022 è la prima occasione di ripartenza. I nostri giovani hanno potuto spiegare le loro idee innovative, condividendole con coetanei provenienti da 4 continenti (Europa, Asia, Africa e America). Si sono arricchiti intervenendo a esclusivi seminari scientifici sul settore aerospaziale. Di particolare rilievo il contributo del dirigente della NASA, insieme all’EAU (Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti), sui programmi di formazione per i giovani, facilitati da cospicue risorse.


“Dopo la cancellazione e l’esperienza in modalità virtuale delle fiere internazionali a cui avremmo dovuto partecipare” è il commento unanime della delegazione italiana “il coinvolgimento all’Expo Sciences Asia 2022 ci dà finalmente l’opportunità di respirare l’aria delle manifestazioni in presenza, permettendoci di fare preziose conoscenze con coetanei provenienti da realtà e contesti molto distanti dal nostro”


Data la drammatica situazione nell’Europa dell’Est a causa dell’invasione russa, durante la cerimonia di chiusura Ucraina e Russia hanno deciso di non esibirsi durante la serata culturale. Un lungo e scrosciante applauso ha salutato la delegazione ucraina durante la consegna dei certificati e delle medaglie di partecipazione, esprimendo solidarietà e vicinanza per il dramma in atto a causa dell’inaccettabile intervento che sta causando ingenti e inutili perdite di vite umane e gravi conseguenze all’economia mondiale.


Dopo Dubai i prossimi concorsi principali in presenza sono: innanzitutto EUCYS a Leiden (Olanda) in settembre; ma prima Regeneron ISEF in maggio ad Atlanta (USA); IWRW e ISTF in Svizzera; Expo Sciences Vostok a Almaty (Kazakhistan); ESE in Romania; LIYSF a Londra; SJWP a Stoccolma. I beneficiari di questi accreditamenti vengono scelti con la 34a edizione de I giovani e le scienze in programma il 9-11 aprile presso la FAST a Milano.

Commenti